Come geolocalizzare una foto su Android

In questa guida, vediamo come geolocalizzare una foto su uno smartphone Android. Sì, avete capito bene, su uno smartphone Android. Utilizzando questa tecnica, possiamo scoprire, anche dalla nostra galleria, quali foto sono state scattate nei luoghi in cui abbiamo dato il consenso alla fotocamera dello smartphone durante il primo utilizzo, ovvero l’autorizzazione principale quando avviamo per la prima volta l’applicazione della fotocamera. Non so se ve lo siete mai chiesti, ma dando il consenso alle autorizzazioni GPS dello smartphone, esponiamo la nostra foto alla possibilità di essere localizzati con precisione, senza sapere che quei meta dati, chiamati in questo modo, vengono raccolti per poi essere eventualmente sottoposti ad analisi approfondite. Il programma che utilizzeremo su Android è exiftool.

Cos’è Exiftool?

Exiftool è uno strumento open source in grado di raccogliere diversi dati da vari formati di file, tra cui jpg, png, pdf, ecc. Grazie all’uso di questo strumento, possiamo ottenere molte informazioni che, a livello investigativo su una fotografia o su un documento editato da malintenzionati, possono essere esaminate attraverso indagini condotte da consulenti esperti.

Installazione:

Per installare Exiftool abbiamo bisogno di scaricare l’applicazione Termux presente sia nel PlayStore che in Store alternativi. Io vi consiglio di scaricarlo da questo indirizzo. Appena scaricato abilitate le sorgenti sconosciute e di conseguenza aprite l’applicazione.

Ora per installare correttamente il programma abbiamo due metodi dal terminale:

  • apt-get update
  • apt-get install exiftool -y

Oppure:

  • pkg upgrade
  • pkg install exiftool -y

Questi sono esempi di come è possibile installare il seguente programma. Una volta installato, se si desidera testare una foto dalla propria galleria scattata con lo smartphone, è necessario disporre dei permessi di root per accedere alle cartelle tramite il terminale Termux. Pertanto, per evitare ciò, vi consiglio di seguire questo metodo: scaricate dal Play Store un server Apache che, nella LAN, vi consente di accedere alle vostre fotografie. Ad esempio, in questo esempio, utilizzo un’applicazione specifica. Non prolungherò troppo la guida, ma mostrerò in diversi passaggi come procedere.

Resta semplicemente ora configurare l’applicazione AWebServer Http Apache PHP Sql, apriamola, ora selezionate l’archivio dove avete le foto nel mio caso in <<Galleria>>.

Ora, premendo su <<Inizio>>, probabilmente si aprirà la pubblicità; ignoratela. Come si può notare dalla seconda foto, nell’indirizzo apparirà l’indirizzo IP della nostra connessione, che fungerà da interlocutore durante lo spostamento dell’applicazione su Termux.

Accedete a Google Chrome come ho fatto io, oppure utilizzate il vostro browser e copiate il vostro indirizzo IP con la relativa porta nella barra degli indirizzi di Chrome. A questo punto, sarete all’interno della cartella, proprio come me, con accesso a tutti i file.

Tenete premuto sulla foto finché non si apre un piccolo menù e selezionate <<Copia Indirizzo Link>>. A questo punto, tornate su <<Termux>> e incollate il comando precedentemente copiato. Nel mio caso, questo è un esempio:

wget http://192.168.1.101:8080/CARTELLA SELEZIONATA/PERCORSOFILE/foto.jpg

ora se notate nel vostro terminale termux il comando a copiato dentro la directory di termux la vostra foto, se non lo a fatto provate a scrivere il comando per installare il pacchetto wget:

pkg upgrade
pkg install wget

Se ricevete un errore come link, controllate che la ‘g‘ del formato jpg sia stata copiata correttamente. Magari potrebbe mostrarsi come è successo a me così:

wget http://192.168.1.101:8080/CARTELLA SELEZIONATA/PERCORSOFILE/foto.jp

Adesso che la nostra foto è copiata occorre scrivere:

exiftool foto.jpg

Il nome della tua foto potrebbe essere ‘nomefoto.jpg‘. A questo punto, osserviamo il metadato estratto. Nel mio caso, il risultato del metadato da un mio vecchio smartphone riporta la posizione GPS precisa in cui è stata scattata la foto, insieme alle informazioni sul dispositivo, che era un iPhone 6s, di cui ero effettivamente in possesso.

Ora, inserendo i valori della <<GPS Latitudine>> e <<GPS Longitudine>> su <<coordinategps.it>>, otteniamo la posizione precisa in cui è stata scattata la fotografia. Ecco il risultato:

Infatti, le coordinate sono corrette. Quel giorno mi trovavo in quel preciso luogo, tra le valli di Como. Come potete notare, il metadato estratto mostra la corretta marca dello smartphone e la posizione GPS del cellulare.